Autodifesa strisciante con fibromialgia

Una delle cose che costantemente mi stupisce della fibromialgia è il dubbio. Abbiamo tutti sentito parlare di pazienti con fibromialgia che non credono che i loro dolori siano reali o che siano interessati a professionisti medici che sono irrispettosi nei confronti di amici e familiari circa la validità della loro diagnosi. Ma non mi aspettavo di dover lottare costantemente con il dubbio nella mia mente.

Penso che dovrebbe riguardare la natura sottile della diagnosi. Non abbiamo un esame del sangue o una radiografia da mostrare come prova della nostra malattia. Invece, vengono poste domande soggettive a cui è veramente difficile rispondere.

“Quanto sei stanco su una scala da 1 a 10?”

Cos’è il dolore? Sensibilità, dolore sordo o dolore acuto? Quanto dolore dovrebbe sopportare per essere considerato doloroso? Intendi il mio dolore o la mia definizione del dolore cinque anni fa?

“Mi sento ferito quando premo questi punti?”

Hanno dolore, ma sono insopportabili. Se me lo chiedi tre anni fa, stavo per dire che stavi soffrendo, ma ora sembra solo sensibile. Voglio dire, è sensibile o doloroso? Su una scala da 1 a 10, questo è cinque o otto?

Ricordo di aver lasciato il mio reumatologo dopo un appuntamento con fibromialgia. Nei giorni e nelle settimane seguenti, fui sopraffatto dal sospetto. Ho risposto correttamente alle domande? Se rispondo in modo diverso, posso comunque avere la stessa diagnosi? Cosa succede se sto esagerando?

Sotto la tua insicurezza, sono sicuro che c’era speranza che il mio problema potesse essere risolto, e alcuni viaggi in un terapista fisico potevano gestirlo.

Tuttavia, l’insicurezza rende davvero difficile accettare una diagnosi, il che rende molto facile spingere e terminare un ciclo di push / moltiplicazione.

Mi ci è voluto più di un anno per accettare la mia diagnosi e ho ancora dubbi striscianti. Sono davvero malato o semplicemente pigro? Non posso davvero cenare stasera o semplicemente sentirmi in quel modo? Sta   facendo così tanto con me che la persona con fibromialgia potrebbe esibirsi in modo troppo drammatico e mostrare molte più prestazioni. Forse se mi alleno di più, o se prendo un certo integratore o cambi la mia dieta …

L’insicurezza rende già un’esperienza tremenda ancora più distruttiva, perché non puoi nemmeno fidarti del tuo istinto, specialmente ti senti perso.

Davvero non capisco quanto dolore ho sofferto fino a quando non ho una emicrania davvero strana. Era una delle emicranie della maratona e finì con l’aura in un modo insolito. Di certo non avevo dolore quando avevo l’aura. Alcuni, mi ha portato una piacevole ora e la rivelazione tale – che   questo   è si sente come una persona normale. Per un po ‘di tempo, i sacchi di sabbia sono caduti dalle mie membra e il dolore, la tensione e la rigidità sono rimasti. Mi sentivo grato per questa respirazione di breve durata perché mi ha fatto capire la piena realtà della mia situazione. C’è la fibromialgia. Ho dolore cronico e stanchezza.

Troviamo il modo in cui tutti dobbiamo viaggiare e scoprire da soli: dobbiamo nominare la nostra malattia, riconoscere i nostri limiti, definire i nostri bisogni e quindi trovare un equilibrio con un livello di attività sano (per noi). Non è un giro facile e nessuno può darci una mappa per guidarci. Fortunatamente, possiamo sostenerci a vicenda nei nostri viaggi attraverso questi forum.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *