Artrite attraverso l’arte: questo è ciò che appare quando RA, OA e Fibro si riflettono allo stesso tempo

Jennifer Walker, di San Antonio, in Texas, vive con artrite reumatoide, artrosi e fibromialgia. Lei è un ingegnere informatico di computer di giorno, ma la sua passione è la sua arte – un mezzo attraverso il quale è in grado di trasmettere in modo univoco com’è sopportare fisicamente ed emotivamente il dolore cronico.

Abbiamo chiesto a Jennifer, che è anche consulente Patient Governor del nostro registro di ricerca ArthritisPower, di condividere alcuni dei suoi pezzi più toccanti in una serie che pubblichiamo chiamata Arthritis Through Art. Qui, condivide il retroscena su un pezzo chiamato “Radiazione”.

Titolo:  “Radiazione”

Data di creazione:  14 novembre 2017

Medio : matita colorata e inchiostro

D: Cosa stava succedendo nella tua vita nel momento in cui ti ha spinto a creare questo?

A: Ho avuto un dolore che è iniziato nella parte bassa della schiena con la mia osteoartrite, che poi è peggiorata scatenando l’artrite reumatoide. La mia RA si è estesa alle mie altre articolazioni in tutto il mio corpo. Mentre il dolore si diffondeva nelle mie articolazioni, scatenava la mia fibromialgia.

Quindi l’AR e il fibro continuavano a saltellare a vicenda durante la notte, sempre più intensi. Non potevo sentirmi a mio agio e il dolore era così forte che piangevo più volte quella notte, tenendomi forte al mio cagnolino per un’ancora alla realtà oltre la nuvola di dolore.

D: Puoi descrivere quello che stiamo guardando e come si relaziona con l’esperienza di un flare doloroso?

Il rosso significa dolore alle articolazioni e il blu / viola indica dolore alla fibromialgia. Quando mi faccio male, divento caldo. Durante questo bagliore, tutto il mio corpo sembrava irradiare calore. Mi sentivo come se ogni cellula del mio corpo fosse in fiamme e il mio dolore potesse essere visto come onde di radiazione al di fuori del mio corpo.

Q: Cosa provi quando guardi questo pezzo d’arte adesso?

Sento due cose. Il dolore di quella triste notte torna e mi fa sussultare. Ricordo anche di sentirmi così solo quella notte, come se fossi l’unica persona al mondo a soffrire. Ancora più solo di così – come se la terra fosse priva di persone e l’unica cosa che esisteva era il dolore che sentivo e il mio corpo che non poteva essere fermato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *